estimoevalutazioni.it - 2011
tutti i diritti riservati
PREMIO ANTONIO GENOVESI 2012 - I VINCITORI
La cerimonia di consegna del Premio, alla sua seconda edizione, ha avuto luogo lo scorso 19 luglio presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Salerno
La cerimonia di consegna del Premio Antonio Genovesi, alla sua seconda edizione, si è svolta presso l’aula 126 della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Salerno. Il Premio è frutto di un'intesa tra l'ANCE Salerno e l'Università degli Studi di Salerno, volta a promuovere l'eccellenza nel campo imprenditoriale e della ricerca relativamente alla valutazione economica dei progetti di sviluppo del territorio.
Alla manifestazione hanno partecipato, per l’ANCE Salerno, il vicepresidente Antonio Avallone ed il direttore Giovanni Veneri. A rappresentare l’Università, invece, il Preside della Facoltà di Ingegneria, Vito Cardone, e i docenti della Cattedra di Estimo e Valutazione, Nicola Morano, Gianluigi De Mare e Antonio Nesticò. Infine, a garantire una forte contestualizzazione dell’iniziativa, presenti anche il delegato nazionale dell’ANCI per la tutela del paesaggio Simone Valiante e l’architetto Adelaide Caprino della Socomer Grandi Lavori.
Il Comitato Tecnico Scientifico ha assegnato i premi (voucher del valore di € 1.500 cadauno), per le tre sezioni previste, ai gruppi:
-Life in Technicolor, Giffoni Multimedia Valley (Giffoni Valle Piana, importo dell’investimento € 20 mln), vincitore della sezione Fattibilità;
-Swimming in the Sun, Piscina coperta con impianto termo-fotovoltaico (Nocera Inferiore, importo dell’investimento € 3,96 mln), vincitore della sezione Ricerca;
- MIRA Group, Mini isole ecologiche interrate “30 Isole per Baronissi” (Baronissi, importo dell’investimento € 1,85 mln), vincitore della sezione Creatività. Menzioni speciali sono state assegnate, inoltre, ai progetti caratterizzati da spiccate note di originalità e approfondimento:
- Parking Mania, Realizzazione parcheggi interrati e sistemazione Piazza Cavour (Salerno, importo dell’investimento € 11,40 mln);
- Via col Vento, Nuovo Parco eolico (Vallata, importo dell’investimento € 28,70 mln);
- Crescent Group, Parcheggio pubblico interrato di Piazza della Libertà (Salerno, importo dell’investimento € 23,80 mln);
- Appesi a un filobus, Sistema di trasporto ecocompatibile ad alimentazione elettrica (Atripalda, Avellino e Mercogliano, importo dell’investimento € 47,74 mln);
- Helios, Parco fotovoltaico diffuso e Parco elettrico urbano (Pontecagnano Faiano, importo dell’investimento € 10,25 mln);
- Peter Pan, Polo espositivo e Parco della musica e dello sport (Mercato San Severino, importo dell’investimento € 24,83 mln).
DEFINITE LE LINEE GUIDA PER I COMUNI AL FINE DI CONTRASTARE L’EVASIONE
Rafforzata la sinergia tra Comuni e Fisco per la segnalazione di comportamenti evasivi o elusivi
L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 27 febbraio 2012, ha definito le linee guida che i Comuni devono seguire per l’invio delle segnalazioni qualificate, in grado cioè di evidenziare ‘senza ulteriori elaborazioni logiche’ i comportamenti evasivi o elusivi, alla Guardia di Finanza e all’Agenzia stessa. Lo scopo delle segnalazioni qualificate, rilevanti ai fini dell’accertamento dei contributi previdenziali e assistenziali non dichiarati, trasmesse dai Comuni all’INPS, è quello di contrastare il lavoro sommerso. Le segnalazioni da inviare all’INPS riguardano soggetti che effettuano attività edilizia omettendo la denunzia contributiva relativa all’impresa; che svolgono attività di commercio ambulante o su area pubblica omettendo la Comunicazione Unica ai fini fiscali, amministrativi e previdenziali e/o la denunzia contributiva relativa all’impresa; che svolgono attività commerciale o artigiana omettendo la Comunicazione Unica ai fini fiscali, amministrativi e previdenziali e la denunzia contributiva relativa all’impresa.
DETRAZIONE IVA ANCHE PER IMMOBILI INTERESSATI DA ATTIVITA’ DI TIPO RICETTIVO
La detrazione fiscale dell’Iva su lavori di ristrutturazione e manutenzione può essere estesa anche alle unità immobiliari abitative che effettuano prestazioni di servizi imponibili ad Iva
L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 18/E del 22 febbraio 2012, ha affermato che gli immobili abitativi utilizzati nell’ambito di attività di tipo ricettivo che effettuano prestazioni di servizi imponibili ad Iva possono essere trattati allo stesso modo degli immobili ad uso commerciale, indipendentemente dalla classificazione catastale, e godere, quindi, della detrazione fiscale dell’Iva relativa alle spese di acquisto e manutenzione. Difatti l’art. 19-bis del D.P.R. 26 ottobre 1972 n.633 impone che l’imposta non sia detraibile per i fabbricati appartenenti alle categorie catastali di tipo abitativo, prescindendo dall’effettivo utilizzo. Purtuttavia esulano da questo discorso, in base alle precisazioni dell’Agenzia delle Entrate, gli immobili adibiti ad attività di tipo ricettivo, come l’affitto di camere e la gestione di case vacanza, benché l’unità sia accatastata come abitativa. Pertanto occorre verificare se l’immobile, al momento della realizzazione dei lavori di ristrutturazione o manutenzione, sia già effettivamente utilizzato per lo svolgimento di suddette attività.
Titolo dell'editoriale
corpo dell'editoriale scritto dal prof De Mare
mailing list
e-mail:

aggiungi | rimuovi
Strumento di studio 1
corpo dell'evento, luogo e data
PREMIO ANTONIO GENOVESI 2013
La cerimonia di consegna del Premio, alla sua terza edizione, avrà luogo il prossimo 19 luglio presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Salerno
La cerimonia di consegna del Premio Antonio Genovesi, alla sua terza edizione, si svolgerà presso l’aula B della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Salerno. Il Premio è frutto di un'intesa tra l'ANCE Salerno e l'Università degli Studi di Salerno, volta a promuovere l'eccellenza nel campo imprenditoriale e della ricerca relativamente alla valutazione economica dei progetti di sviluppo del territorio.